cause perdite dati – guasto meccanico – parte terza

a volte semplicemente si può guastare il preamplificatore o l’attuatore, impedendo alle testine di funzionare correttamente. In questi casi, capita spesso che le testine inizino a scattare ripetitivamente emettendo un ticchettio metallico. In tutti i casi citati, per il recupero dati,  è necessario intervenire aprendo il disco in un ambiente ad atmosfera controllata in assenza di particelle di polvere superiori ai 5 micron. Non è necessaria una camera bianca, infatti i dischi dopo essere riparati non verranno più riutilizzati, se non come donatori di eventuali pezzi di ricambio. La loro rimessa in opera non dovrà essere insomma permanenete. Dovranno solo funzionare per il tempo necessario all’estrazione dell’immagine binaria.

Qualora il motore fosse grippato, dovranno essere estratti i piatti e rimontati su uno chassis con un motore funzionante. Questa è una delle operazioni più lunghe e comlicate. Per qualsiasi danno alle testine, che sia la rottura dei sensori, della struttura, del preamplificatore o attutore, è sempre necessario sostituire l’intero gruppo. Riparare il singolo componente di un gruppo testine è operazione possibile, ma dispendiosa in termini di tempo ed spesso offre scarsi risultati.

In poche parole per il recupero dati hard disk da un supporto con guasto meccanico, è necessario avere molti pezzi di ricambio, una glove box con filtri professionali, una macchina per l’estrazione dei dati tipo pc3000 o similari, un software per la ricostruzione del file system ed un tecnico con capacità manuali simili a quelle di un orologiaio, per fare un esempio pratico.

 

 

cause perdite dati – guasto meccanico – parte terzaultima modifica: 2009-08-19T18:00:00+02:00da paoltaia
Reposta per primo quest’articolo